|

IPO 10, Day 1A si gioca anche al 2º piano!

Tempo di un primo bilancio del day 1A

Il Casinò di Campione d'Italia è grande e normalmente i giocatori dell'Italian Poker Open si trovano a darsi battagli ai tavoli della sala del nono piano. Ma l'entusiasmo degli appassionati di poker, accorsi in massa a IPO 10 Special Edition, è addirittura più grande dello splendido casinò situato nell'enclave italiana in territorio svizzero. Tanto che per l'occasione una parte dei giocatori è stata spostata al secondo piano.

Non che si tratti di una retrocessione, per carità, ma di un semplice motivo di logistica. D'altra parte è facile che la decima edizione dell'Italian Poker Open possa abbattere il muro dei 2.000 iscritti: una marea di gente, per un torneo di poker tutto italiano, seppure arricchito da un montepremi garantito di ben 1 milione di euro.

Che sia nono o secondo piano, ad ogni modo, lo staff è sempre quello scelto in prima persona da Andrea Bet: persone capaci, competenti e cordiali, in grado di gestire alla perfezione un torneo di poker ormai così importante come l'IPO. E poi quel che conta è essere al nono piano del Casinò di Campione d'Italia quando di giocatori ne sono rimasti pochi, perché vuol dire che il tavolo finale, il tavolo dei sogni, sarà finalmente a portata di mano.

Video correlati a IPO 10, Day 1A si gioca anche al 2º piano!

Trascrizione video

La sala del nono piano del Casinò di Campione d'Italia è una delle più belle in assoluto, una delle più adatte ad un torneo di poker. Ma quando un evento si avvia a scollinare i 2.000 iscritti serve un rinforzo, e in questo caso è la sala del secondo piano.

Perfetta anch'essa per un evento di Texas Hold'em, e infatti per i giocatori che la affollano non sa affatto di retrocessione. Del resto lo staff che coordina le operazioni è quello di sempre, quello scelto da Andrea Bet, quello che magari si rincontrerà al final table. Non conta insomma a che piano sei, conta a che piano arriverai.

Si tratta di fare lo stesso cammino dell'IPO, che dal quarto si è guadagnato il nono, grazie a numeri entusiasmanti. Lui le sue carte le ha giocate alla perfezione: non resta che imitarlo. Anche se, a dire il vero, come diceva Victor Hugo: "Il destino mischia le carte, l'uomo gioca la partita".

X