|

IPO 10 Special Edition: il campione Luigi Corsetti

L'intervista con Jack Bonora

Come si dice di solito, tutte le cose belle, prima o poi, devono finire. Va agli archivi la decima edizione dell'Italian Poker Open, capace di frantumare ogni tipo di record, in Italia come nel resto del Vecchio Continente. Il vincitore è Luigi Corsetti, giovane giocatore di poker proveniente da Catania, che ha avuto la meglio su un field di 2.492 giocatori, portandosi a casa 240.000 euro a fronte di un buy-in di 550.

Dunque anche Luigi entra nella storia del poker, andando a vincere l'IPO 10 Special Edition, il torneo che ha messo in palio, grazie alla partnership con TitanBet Poker, un milione di euro garantito (montepremi nettamente superato grazie alle iscrizioni). Per Luigi una vittoria meritata, al termine di una settimana di gioco intensa ma estenuante, tanto che ai microfoni di Jack Bonora fa quasi fatica a trovare le parole per esprimere le proprie emozioni.

Stanchezza, tanta, ma ovviamente altrettanta felicità per aver vinto un torneo del genere, con un field ricco di campioni e giocatori amatoriali provenienti da tutta Italia (e pure da molti paesi europei). Per il momento Luigi staccherà dal poker per un po', ma alla fine dell'intervista si è lasciato scappare una promessa: quest'estate difenderà il suo titolo a IPO 11!

Video correlati a: IPO 10 Special Edition: il campione Luigi Corsetti

Trascrizione video

Luigi Corsetti è il trionfatore della decima edizione dell'IPO, griffata TitanBet, da un milione di euro garantito. Primo su 2.492 iscritti: che effetto ti fa?

"Come ho detto prima, in questo momento nessuno. Poi possibilmente più tardi sentirò qualcosa, però sono contento lo stesso".

Qual è stato il momento più emozionante di questo torneo? Perché è un'escalation, no? Inizi, poi le chip crescono, poi scendono, poi ti accorgi che puoi arrivare al tavolo finale; arriva il momento in cui ti accorgi che puoi vincere. Ripercorrilo un attimo.

"Ah sinceramente il Day 4. Sono partito con 400.000, su average un milione e sei, e da lì poi sono salito poco poco. Poi c'ho creduto, diciamo un pochettino, però siamo qua alla fine. Ce l'abbiamo fatta".

Perché hai scelto IPO? TitanBet ha garantito 1 milione di euro, tu hai creduto molto nella possibilità di vincere una grandissima cifra, 240.000 euro, a fronte di un costo d'iscrizione pokeristicamente parlando contenuto?

"Non ho capito la domanda, aspè"

Te la rifaccio, te la rifaccio. Tu ci hai creduto, pensando che c'era un milione di euro garantito, 550 euro di buy-in, cioè è un'occasione ghiottissima.

"Mah sinceramente vedendo i player iscritti no. Non ci ho creduto all'inizio. Poi dopo, amici, cose, vabbe'".

Hai detto 'vabe' provo'.

"Si può provare".

Perché hai scelto di provare l'IPO, dai?

"Eh me l'ha consigliato qualche amico. Specialmente lui, Danilo, che è uno dei più… che gioca più a poker e comunque mi consiglia sempre, 'partiamo, facciamo', diciamo… poi abbiamo deciso di partire assieme e siamo qua".

Da quale città vieni?
"Catania".

Quindi si arriva bene; un bel volo, comodo, tranquillo e poi si torna a casa con un… un bel… eh, assegno. E che facciamo di bello con quell'assegno, adesso?

"Boh, non lo so. Vediamo".

Li investi nel poker o…

"No no".

… in qualcosa di immobile?

"No però non gioco più a poker".

No, davvero?

"Sono stanco".

Cioè adesso proprio non lo vuoi neanche sentire nominare?

"No. No no, ho sonno, veramente".

Allora…

"No no, però no no… non penso che non gioco almeno per due o tre mesi. Poi si pensa".

Sai che sei un caso unico che raro: non festeggi, vinci una cifra clamorosa, e invece di correre a fare subito un torneo dici vado a letto e non gioco per tre mesi!

"No no, per ora no. Non sono in condizioni psicologiche di affrontare un altro torneo".

Allora, guarda: tra tre mesi ci sarà, vedrai, la tappa undici dell'IPO. Ti aspettiamo qua?

"Mah, speriamo".

Tre mesi si può fare.

"Vediamo, dai. Si può fare".

Perfetto, grazie mille!

X