|

IPO 12 Day 3: Paolo Luini tra i 33 left

È il coach di Vivere di Poker

Tra i 33 giocatori che ancora possono nutrire sogni di gloria, qui all'Italian Poker Open, ci sono anche diversi volti nuovi. Uno ha i tratti paciosi e simpatici di Paolo Luini, coach della scuola Vivere di Poker nonché ormai presenza fissa agli eventi targati IPO, anche qui a IPO 12. Paolo si è ritrovato spesso in the money all'Italian Poker Open, ma non si era mai spinto così avanti come in questa occasione. Tanto che comincia a fare più di qualche pensierino al tavolo finale.

Luini è stato intervistato da Jack Bonora, che naturalmente gli ha augurato di non vederlo al commento: Paolo è infatti da tempo la seconda voce del commento ufficiale di Jack per il tavolo finale dell'IPO. Il coach di Vivere di Poker naturalmente se lo augura, e anche noi gli facciamo il nostro più sincero in bocca al lupo.

Terminato l'IPO 12, Paolo tornerà al suo lavoro di coach alla scuola Vivere di Poker, anche se gli sarebbe piaciuto partecipare al WPT National. Luini, tuttavia, ha in ballo grosse novità per le prossime settimane, insieme naturalmente a Titanbet.it che è partner di Vivere di Poker. La più succosa? Un torneo freeroll chiamato Royal Rumble Natalizio, che si terrà proprio su Titanbet.it e sarà aperto a tutti: in palio un montepremi di 5.000 euro e la possibilità di seguire i corsi di Vivere di Poker.

Video correlati a: IPO 12 Day 3: Paolo Luini tra i 33 left

Trascrizione video

Dodicesima edizione dell'Italian Poker Open, che regala una prima moneta da 100.000 euro. E a giocare per questa prima moneta c'è ancora in pista Paolo Luini della scuola Vivere di Poker, con altri 32 avversari. Ma io vorrei ricordare che qui abbiamo la copertina e la rivista 'Rounders Magazine' e, sarà un caso, ma all'interno c'è una bella rubrica curata da Paolo Luini. 'Un bel viaggio', parliamo di questa bella trasferta, con i consigli per affrontare al meglio l'Italian Poker Open. Eravate in 900, evidentemente non erano così sbagliati questi consigli. Adesso sei in pista.

"Sì sì. In realtà i consigli per giocare le IPO li avevamo già dati nel primo numero, i trucchettini. Qui c'è un viaggio un po' più centrato, diciamo così, sulla trasferta lunga, quindi anche su quello che si può fare in alternativa al torneo Main, il cash il side e tutto quanto. È un bel viaggio, di colore, carino: mi sono divertito a scriverlo".

Quindi rimani qua anche per il WPT, ti trattieni?

"Non posso, non posso perché veramente non posso tradire la scuola così tanto. Sarebbe troppo stare via 21 giorni. L'avrei fatto volentieri però".

Non avevo dubbi. Adesso però parliamo di questo torneo, perché noi monteremo l'intervista a tempo di record, noi speriamo che tu abbia 18 milioni di chip e sia chip leader assoluto, però non sappiamo mai, nel momento in cui esce l'intervista… in questo momento tu sei nei 33 alla pausa cena. Che cosa ti senti di dire?

"Un bellissimo torneo. Sono abbastanza soddisfatto di come ho giocato. Naturalmente c'è qualche errorino, qualche sfumatura che vorrò poi rianalizzare e rivedere. Però ho giocato un buon poker, anche nei tavoli difficili. La fortuna mi ha assistito bene, ovviamente, se no non si arriva. Però ho giocato un buon poker e adesso sto affrontando un tavolo interessante, di colore. Ci sono giocatori che parlano molto, e quindi stanno usando tanto il trash talking, ed è un po' il mio pane. Quindi mi trovo bene, mi sto divertendo un sacco".

Rimane sempre viva, per la tua scuola Vivere di Poker, la partnership con Titanbet.it, che è sponsor di questo evento.

"Assolutamente. Anzi, abbiamo in programma per questo Natale un super freeroll, che abbiamo chiamato Royal Rumble Natalizio, aperto a tutti gli utenti, non solo ai ragazzi iscritti a Vivere di Poker, ma a tutti quelli iscritti a Titanbet, dove mettiamo in palio un montepremi superiore ai 5.000 euro totale; e al primo va un pacchetto di stacking e coaching, quindi ci sono delle lezioni private con me in persona, e dei soldi per cominciare a giocare e fare la sua carriera. Per qualificarsi ci saranno i satelliti su Titanbet, che verranno programmati in questi giorni, oppure le iniziative su Vivere di Poker, dove pensa un po' ci si potrà sedere ai tavoli con me durante i coaching, e vinceranno il ticket quelli che riusciranno a prendermi uno stack, oppure a farmi un buon bluff. E poi facciamo, tu sai, VDP Got Talent, che è quell'iniziativa che regala un contratto di sponsorizzazione, a fine anno. Quindi è un coaching che attraverso varie fasi porta avanti gli utenti, gli insegna a giocare, e allo stesso tempo quelli che studiano possono accedere alle fasi finali e gareggiare per questo contratto di sponsorizzazione col team pro. Ogni puntata di VDP Got Talent, quello che risponde meglio parteciperà alla Royal Rumble Natalizia. Quindi doppio premio per il VDP Got Talent".

Allora, io adesso non ti posso rubare molto tempo perché c'è la pausa cena e tu qualcosa vorrai mangiare, no?

"Sì, qualcosina mangerò. Non molto perché sono abbastanza agitato in questa fase: mi terrò leggero".

Tu sei tradizionalmente la mia seconda voce, quando commentiamo il tavolo finale. Tu sai che devo sperare domani di non sentirti commentare, vero?

"Allora due possibilità: o mi danno il microfono mentre sto seduto, io spero tanto di arrivarci a questo tavolo televisivo, ci tengo tantissimo, ci sono vicino altre volte, non così vicino, quindi spero tanto questa sia la volta buona. Ma ho già un sostituto, a livello scaramantico mi ero portato avanti. Quindi se non ci sarò io ci sarà Federico, che è il mio più stretto collaboratore nella scuola, e che tu forse hai già conosciuto. Ti divertirai anche con Federico".

Molto volentieri. Io spero di avere Federico al fianco, perché vorrà dire che tu sei al tavolo finale. Avrò il piacere di commentare le tue gesta.

"Me lo auguro, me lo auguro di cuore".

In bocca al lupo, buon appetito e soprattutto buon torneo eh.

"Grazie, grazie e ciao a tutti ragazzi. Ciao Jack!"

X