|

IPO 13 Day 2, intervista a Luca Teruzzi

Luca ci riprova dopo il buon IPO 12

Non solo tanti professionisti amano l'Italian Poker Open, ma anche tanti personaggi che hanno il poker nel cuore, pur non vivendo di carte e chip. Tra questi c'è anche Luca Teruzzi, uomo di spettacolo che da qualche anno si è avvicinato al mondo del poker. Luca si è innamorato soprattutto dell'Italian Poker Open, dove si trova talmente tanto bene che dopo essersi comportato egregiamente a IPO 12 (è arrivato tra i primi dieci), ha deciso di iscriversi anche a IPO 13.

E per il momento le cose gli stanno andando più che dignitosamente, visto che è riuscito a passare il taglio del Day 1 e lo ritroviamo al Day 2. Intervistato da Cristiano Ruio, Teruzzi ha ricordato come in occasione di IPO 12 fu la sfortuna a impedirgli di arrivare più lontano, magari al tavolo finale. Nella mano che lo vide eliminato, infatti, la sua coppia di re si scontrò con la coppia d'assi di un avversario. Beffa delle beffe, Teruzzi trovò un re al turn, salvo poi soccombere al river alla comparsa del terzo asso.

Chissà che IPO 13 non sia la volta buona per lui, che gioca a poker da qualche anno e che in questo periodo è migliorato tantissimo. Prima era uno di quei giocatori principianti che giocano ogni mano e si affidano alla fortuna, oggi invece è un player molto più tight e ragionatore. Buona fortuna, Luca!

Trascrizione video

Siamo con Luca Teruzzi: più uomo di spettacolo o più pokerista?

"Mah, ti dirò, è una bella lotta, perché mi ha preso talmente tanto questo gioco, mi diverte tantissimo. Sto trascurando un po' lo spettacolo, devo dir la verità".

Quindi adesso ti senti più pokerista.

"Mh, per il momento sì dai, mettiamola così".

Risultati?

"Risultati qualcuno. L'ultimo IPO sono andato nei top ten, sono arrivato al Day 4, sono uscito con un cooler kappa-kappa asso-asso…"

Sei qua per rifarti.

"… K turn asso river, da infarto. Tentiamo, tentiamo. Comunque sto giocando molto tranquillo, molto tight, chiuso. Aspetto la mano giusta. Adesso mi stanno sentendo quelli del tavolo, mi castigano. Comunque molto bello, un bellissimo gioco".

La struttura dell'IPO si addice alle tue caratteristiche di giocatore?

"Sì, sì sì. Sono molto cambiato, nel corso… io gioco da due anni, quindi pian piano mi sono trasformato. Prima entravo con mani marginali, invece adesso sono un po' chiusino; alterno mani un po' pazze, però la struttura dell'IPO mi piace moltissimo. Mi piace molto anche com'è organizzato; mi piace tutto qua".

Dai spettacolo anche al tavolo?

"Eh no, dai… per il momento devo fare il serio, se no non ho più credibilità eh… ehehehe".

Ciao e grazie.

"Ciao a tutti, ciao".

X