|

IPO 13 Day 3, intervista ad Antonio Bernaudo

Il pokerista viaggia oltre l'average

Stiamo entrando nelle fasi più calde dell'Italian Poker Open. A IPO 13, infatti, siamo giunti al ventisettesimo livello di gioco, quello che prevede bui da 15.000 e 30.000 chip, con un ante di 3.000. Sono 43 i player superstiti, che continuano a coltivare il sogno di una prima moneta da 105.000 euro. Quando mancano poco meno di 17 minuti all'aumento dei bui, l'average è di 935.813 gettoni. Tra i giocatori ancora attivi c'è anche Antonio Bernaudo, noto professionista che si destreggia bene tanto nei tornei di poker live quanto nei tornei di poker online.

Antonio sta gestendo al meglio il suo stack, cosa fondamentale in una fase avanzata del torneo come quella che sta affrontando. Ha circa 1,1 milioni di chip (diciamo tra 1,1 e 1,2 milioni), quindi sta viaggiando molto bene, dato che si trova nettamente sopra average. Tra l'altro ha appena vinto un buon piatto, piazzando un bluff con una pocket pair di 2. Meglio non disturbarlo troppo però, visto il momento fondamentale. Anche perché le carte stanno già per raggiungerlo e lui si trova in posizione di under the gun, una delle più delicate in assoluto. Quindi gli auguriamo buona fortuna e lo lasciamo giocare in pace: chissà se lo rivedremo al tavolo finale…

Trascrizione video

È in corso il ventisettesimo livello di gioco all'IPO 13, 16 minuti e 50 al termine dello stesso, 43 giocatori ancora in pista a caccia della prima moneta da 105.000 euro, i bui sono 15.000/30.000, ante 3.000. L'average è 935.813. Qui c'è Antonio Bernaudo, che ha appena portato a casa un piatto importante e stai già facendo il conto delle chip ovviamente.

"Eh sì eh, perché bisogna tenere il conto, perché comunque i bui sono alti, quindi la gestione dello stack è la cosa più importante in questa fase del torneo".

Quasi 1 milione l'average. Tu quante ne hai adesso?

"Stavo dando un'occhiata, forse 1 milione e 100, 1 milione e 2".

Qui è stato un colpo importante, hai mostrato una coppietta di 2, un bel bluff.

"Eh sì, ci ho provato, mi sembrava lo spot giusto. Mi è andata bene".

Ti lascio giocare perché vedo che siamo alla distribuzione delle carte, sono fasi importanti eh?

"Sono under the gun quindi ci tengo molto".

X