|

IPO 13, intervista alla coppia Alescio-Savinelli

Mara e Carlo, amore all'IPO

È inevitabile che, frequentando il Casinò di Campione, un uomo e una donna possano conoscersi, frequentarsi, innamorarsi. Eppure la storia di Mara Alescio, dealer dell'IPO 13, e il pokerista Carlo Savinelli è un po' particolare. Sì, perché l'amore non è propriamente sbocciato tra i tavoli, come ci raccontano i due nella nostra intervista doppia. A quanto sembra, Mara e Carlo si sono conosciuti in discoteca, durante una serata passata insieme perché un'amica di Mara frequentava un amico di Carlo.

In ogni caso, qui all'Italian Poker Open Mara lavora come dealer, e Carlo gioca tentando di portarsi a casa la pagnotta. Non gli è andata benissimo nel Main Event, ma al cash game ha dato spettacolo. D'altra parte, per stessa ammissione di Mara, Carlo è una persona brillante e intelligente, qualità imprescindibili di ogni giocatore di poker vincente.

Ma che succede quando si ritrovano al tavolo insieme, lei come dealer e lui come giocatore? In realtà succede raramente, per evitare ogni tipo di imbarazzo, non solo ai due piccioncini ma anche agli altri giocatori. Meglio non creare situazioni per le quali qualche player potrebbe pensare che Mara intenda favorire il suo fidanzato!

E alla domanda "avete mai tradito il vostro partner?", entrambi rispondo con un "no" categorico. Avrebbero forse potuto rispondere diversamente?

Trascrizione video

E anche stasera è arrivato il momento della nostra intervista doppia. E chi se non loro, Mara e Carlo, i due piccioncini che si sono conosciuti sui tavoli dell'IPO. Andiamo a scoprire insieme i segreti del loro amore. Come è nato il vostro amore?

M. “Ci hanno combinato degli amici in comune”.
C. “M
mh… come è nato il nostro amore. Una sera a Milano tipo siamo andati a trovare una comitiva di amici cheun'amica di Mara usciva con un mio amico. Siamo andati a ballare insieme. Ci siamo conosciuti là. E poi abbiamo approfondito la conoscenza”.

Tre aggettivi per definire il tuo partner.

M. “Brillante, intelligente, e uno che la commette”.

C. “Dinamica, intelligente, gelosa”.

Qual è il difetto del tuo partner?

M. “Geloso, gelosissimo”.
C. “Parlare poco. Essere troppo introv
ersa in determinati contesti. Diciamo tipo che èun po' ermetica nell'esprimere quello che pensa, quello che prova".

Cosa provi a stare al tavolo con il tuo partner?

M. “In genere cercano di non farmici stare. Però se mi capita mi viene da ridere sempre”.
C.  “Eh un po' di imbarazzo. Anche se è difficile che possiamo stare allo stesso tavolo. Perché comunque non capita quasi mai, per il fatto
che magari ci frequentiamo extra casinòe non capita che siamo allo stesso tavolo".

La parte più bella del suo corpo.

M. “Il sorriso”
C. “La parte più bella del suo corpo… gli occhi”.

Bluffi più nel poker o nella vita?

M. “In genere non gioco quindi direi che bluffo nella vita”.

C. “Nel poker sicuramente”.

Hai mai tradito il tuo partner?

M. “No mai”.

C. “No. Mai. È difficile che possa tradirlo perché per me è così importante tipo il concetto di fidanzamento in sé per sé che viene dopo un bel po' di frequentazioni. Anche se così non è stato. Perché una volta che scelgo è difficile che possa succedere.Questa l'avevo preparata già a memoria, quindi non potevo sbagliarla questa”.

Avete mai fatto un heads-up?

M. “Questa domanda me l'avevi già fatta”.

C. “Sì”.

Il vostro è un amore segreto?

M. “Hai visto? Così segreto nel senso che non lo sa proprio nessuno”.

C. “Proprio segreto no, anzi. Cioè io direi tutto il contrario, perché già dalla frequentazione diciamo che era un po'… si sapeva un po'. Perché a Mara piace pubblicizzare un po' la cosa. Giusto per tenere lontane le proprie rivali. Anche se non ne ha proprio bisogno  perché io sono fedelissimo.

Quale è il suo asso nella manica?

M. “Me”.

C. “L'essere dinamica. Essere una persona intelligente e dinamica”.

X