|

IPO 14 Special Edition: salutiamo il Day 3

Antonio Smeraglia e Carlo Savinelli tra i migliori

Siamo ormai in grado di comunicarvi i dati ufficiali di IPO 14 Special Edition, l'edizione da 1 milione di euro garantiti dell'Italian Poker Open, la seconda dopo IPO 10 dell'anno scorso. Sono ben 2.339 i giocatori iscritti, per un montepremi che ha nettamente superato il garantito, e che in virtù delle iscrizioni garantirà al vincitore una prima moneta del valore di 240.000 euro.

Quando siamo giunti ormai alla fine del Day 3, sono ancora solo 47 i giocatori in corsa per la vittoria finale. Attualmente il chipleader, con 5.475.000 chip, è Paolo De Angelis, ma tra i più bravi troviamo anche il migliore del Day 2B, Carlo Savinelli, e anche Antonio Smeraglia. Niente male pure lo stack di Salvatore Bonavena, che aveva cominciato la giornata con 150.000 gettoni e che a fine Day 3 se ne ritrova addirittura più di un milione.

Per quanto riguarda la situazione di IPO 14 Special Edition, siamo giunti a un livello dei bui da 25.000/50.000, con un ante di 5.000, mentre lo stack medio ammonta a poco meno di 2 milioni di chip (1.990.000, per la precisione). Il Day 4 ricomincerà domani alle ore 14: si giocherà a partire dal 28° livello e non ci si fermerà finché non verrà stabilito il tavolo finale.

Video correlati a IPO 14 Special Edition: salutiamo il Day 3

Trascrizione video

2.339 iscritti, 47 che questa notte andranno a dormire, se ci riusciranno, sognando una prima moneta da 240.000 euro. Questo è IPO, questa è la 14° edizione da 1 milione di euro garantito. Comanda i giochi Paolo De Angelis con 5.475.000 chip, quando l'average è 1.990.000 e i bui sono 25.000/50.000 ante 5.000. Si partirà alle ore 14, con il Day 4 che porterà al tavolo finale da otto giocatori, dal 28° livello di gioco.

Tra i 47 rimasti in pista c'è ancora il chipleader del Day 2B, Carlo Savinelli, partito con 1.180.000 pezzi, ora ne ha 3.940.000. Ne ha 500.000 in più Antonio Smeraglia, ma con questi bui basta indovinare due colpi per cambiare l'entità di uno stack. Salvatore Bonavena, ad esempio, che ne aveva circa 150.000, ora è a 1.060.000. Michele Sigoli, che all'IPO 10 da 1 milione garantito ha giocato, da protagonista, il final table, è a quota 1.700.000. Come sempre l'Italian Poker Open miscela professionisti ed amatori; per i primi vincere cambia il bankroll, per i secondi… la vita.

 

X