|

IPO 15 Summer Edition: hand review con Andrea Benelli

Carini si aggiudica il piatto

Siamo al Day 1B dell'IPO 15 Summer Edition, edizione estiva dell'Italian Poker Open. Alla sala del 9° piano del Casinò di Campione d'Italia ritroviamo Cristiano Ruiu, con la sua hand review. Protagonisti al tavolo il forte pro Andrea Carini e tale Esposito, un giocatore che come tanti non fa il pokerista di professione, ma ogni tanto si concede un bel torneo come l'Italian Poker Open. A commentare la mano c'è Andrea Benelli.

Carini apre da middle position e trova il call del big blind. Su flop, 6-3-J, Esposito completa un check-raise sulla c-bet di Carini, che chiama. Al turn, un 7, Esposito spara una puntata molto grossa e Carini chiama di nuovo. Siamo al river e sul check di Esposito, Carini opta per una value-bet, che il suo avversario decide di vedere dopo averci pensato su.

Carini mostra A-A, mentre Esposito ha solo J-T. Secondo Benelli, Carini ha giocato la mano in maniera perfetta, mentre l'errore più grande di Esposito è stato quello di ingrandire il piatto con un check-raise al flop con solo la top pair e un kicker non certo dei migliori. Benelli ritiene che comunque Esposito non abbia sbagliato a fare call al river, anche se è difficile che Carini in quello spot avesse un colore mancato o una mano inferiore.

Video correlati a IPO 15 Summer Edition: hand review con Andrea Benelli

Trascrizione video

Buonasera e benvenuti a un nuovo appuntamento con la nostra Hand Review, durante il Day 1B dell'IPO 15. Per commentare la mano di questa sera siamo con Andrea Benelli, buonasera Andrea.

"Buonasera a tutti".

Siamo, Andrea, a 150 300 ante 25, questi sono i livelli, e c'è da parte di Carini, in middle position, l'apertura a 700. Folda tutto il tavolo, gioca soltanto Esposito in posizione di big blind, con il call a 700. Apertura standard.

"Tutto va regolare, adesso vediamo il flop".

Andiamo a vedere il flop, con l'aiuto del nostro dealer Marco. Eccolo qua: il flop è 6 di picche, 3 di cuori, jack di cuori. Che cosa accade: in questo momento, Esposito che è il primo a parlare checka, Carini betta 750, quindi poco più del suo raise pre-flop; a questo punto il big blind raisa 1850 e Carini gioca. Ecco, come ti senti di giudicare l'action in questo momento. Check-raise e poi call.

"Mah, non vedo le carte quindi non…"

Questa è la cosa difficile.

"Non ti posso dare un giudizio. Qua, alla fine, Carini quando apre, l'apertura è standard quindi può avere qualsiasi mano. La c-bet è standard, metà pot, quindi alla fine bisogna vedere cosa ha in mano. Ovviamente, sul raise su questo flop, dove ci sono un flop molto drawy non si sa… il livello qua all'IPO si può trovare di tutto insomma. Comunque vediamo".

Però tu per check-raisare questa mano che mano dovresti avere.

"Bah, dipende gli stack, dipende al tavolo l'informazione durante il giorno".

Più o meno sono pari stack, perché siamo quasi in uno dei primi livelli.

"Esatto. Bah, qua non ti saprei dire, perché io non è che faccio sempre la stessa cosa, dipende dal giocatore che ho davanti e quindi non è che ti posso dire 'raiso con combo-draw o non raiso'. Mi devo trovare nell'attimo, mi devo trovare davanti il giocatore in questione. Quindi non mi sento di dirti cosa farei".

Allora ti voglio facilitare. Giriamo le carte del BB, che sono jack e dieci: queste sono le carte di Esposito. A questo punto ti chiedo: il suo check-raise ha un senso?

"Assolutamente no. Quello che farei io, non farei mai un check-raise su questo flop, dopo l'apertura da middle position di Andrea, che lo ritengo un buon giocatore, quindi assolutamente non raiserei con top pair no kicker qua e niente".

Tu cosa avresti fatto? Avresti puntato al flop?

"Avrei check-callato la puntata di Andrea. Ora bisogna vedere cosa scende, forse scende un dieci e allora è giusto check-raisare".

Andiamo a vedere cosa scende al turn: cade un 7 e a questo punto il big blind, quindi Esposito, punta 3800 e Carini calla.

"Praticamente Esposito trasforma la sua mano in bluff qua, perché Carini quando chiama check-raise flop spesso ha la mano migliore. Spesso, non è che ti dico sempre, perché a volte, come ti ho detto, a volte ci sono delle informazioni al tavolo, può floatare a caso perché pensa di rubarlo river perché lo fa in draw se non scende cuori. Però 85% delle volte Andrea ha una mano meglio del jack qua. Vediamo il river".

Quindi tu gli fai un'overpair a Carini?

"Può avere un'overpair, può avere il jack medio, ci sono tante mani… può avere il set, perché alla fine gioca alla stessa maniera. Quindi, io non avrei mai check-raisato con top pair, quindi non mi sarei messo in questa condizione".

L'errore iniziale è quello, diciamo l'errore più grosso è quello.

"Sì, secondo me sì. Fuori posizione, contro un giocatore bravo, non check-raiso top pair".

Andiamo a vedere il river, a completare la nostra ricostruzione della mano: è un 8 di picche. A questo punto c'è il check da parte di Esposito; Carini value-betta 4875 e dopo lunghi pensieri Esposito decide di callare. Come giudichi l'action sul river?

"Bah, si è messo in una situazione dove adesso l'8 di picche è abbastanza blank. Se giudica il suo avversario in draw di colore, a questo punto ci sta il call, però ti ho detto, secondo me qua quattromilaquattro su circa 12 sta value-bettando un'overpair. Quindi pago a malincuore, però ti ho detto non mi sarei messo in questa situazione. Probabilmente avrei check-callato due strade poi mi avrebbe fatto la terza Andrea, probabilmente avrei passato. Sempre sul momento poi…"

Quindi anche sbagliato chiamare river?

"No, non è che è sbagliato: si può chiamare e non chiamare. Secondo me qua l'errore più grave è stato check-raisare flop. Poi al river il pot è già a circa 13, quindi quattromilaquattro non è che sia… è quasi un terzo di pot e quindi ci può anche stare di chiamare. Secondo me vinci poche volte contro Andrea, però ci può stare insomma".

E infatti ha proprio un'overpair, il massimo delle overpair perché ha giocato con gli assi, quindi aveva aperto a 700 con gli assi. Perciò naturalmente si aggiudica il piatto Carini e perde tante chip in questo spot Esposito. In conclusione, se devi dare una valutazione dei due giocatori? Noi di solito facciamo dare un voto dopo il river in questa nostra rubrica. Se ti senti di dare una valutazione complessiva per l'action di tutto lo spot.

"Mah, Andrea ha giocato la mano perfettamente come l'ha giocata. Esposito, che non conosco, non mi è piaciuta: poi alla fine ognuno gioca come vuole e fa quello che vuole, questo è un gioco libero. Però non mi è piaciuta l'azione del big blind, di Esposito".

Grazie dunque Andrea Benelli per la nostra rubrica della Hand Review e ci rivediamo con il prossimo appuntamento. Grazie Andrea.

"Grazie a voi".

X