|

IPO 15 Summer Edition: Domenico Del Grande è il vincitore!<

Suoi i 64.000 euro del primo premio

Si chiama Domenico Del Grande il conquistatore di Campione d'Italia. È lui, infatti, ad aver vinto IPO 15 Summer Edition, edizione estiva dell'Italian Poker Open che gli ha garantito un premio di 64.000 euro. Per Del Grande, grinder online ma poco abituato al palcoscenico psicologicamente più impegnativo del poker live, si tratta della prima affermazione importante in carriera in un torneo dal vivo. Una vittoria che lo catapulta nel gotha del poker italiano, visto che di grandi firme che hanno posto il loro nome nell'albo d'oro dell'Italian Poker Open ce ne sono parecchie.

Un torneo perfetto, quello di Domenico, per sua stessa ammissione: ha cominciato bene sin da subito, prendendo il largo a metà del Day 1 e diventando addirittura chipleader assoluto nel Day 2. Da lì in avanti ha sempre navigato nelle parti alte del chipcount, assumendo per parecchio tempo la posizione del giocatore da inseguire. Il suo deepstack gli ha permesso di giocare come meglio sa fare, cioè spingendo senza soluzione di continuità e aggredendo i giocatori più deboli.

E adesso che ha vinto l'Italian Poker Open, quali sono le aspettative di Del Grande? Un successo che sicuramente gli spalanca molte porte e che, grazie a una cospicua somma, gli permetterà di farsi vedere di più nel panorama dei tornei di poker live. Complimenti Domenico!

Video correlati a IPO 15 Summer Edition: Domenico Del Grande è il vincitore!

Trascrizione video

Siamo con il 15° vincitore dell'IPO, IPO Summer, Domenico Del Grande, è andato tutto bene fin dalle fasi iniziali, perché ricordo che eri il chipleader al Day 2.

"Sì, diciamo che è stato un torneo… il torneo perfetto, quando si dice… Fin da metà del Day 1 sono stato sempre deep, poi dal Day 2 quasi sempre chipleader. Un attimo al tavolo finale ho visto… quando ho perso quel colpo al 70-30 ho visto un attimo, come se mi aveva abbandonato la fortuna. E invece dopo mi sono ripreso, è andata bene".

Il successo più importante della tua carriera pokeristica?

"Sì, sicuramente sì. Anche perché di live, come dicevo l'altro giorno, ne ho fatti pochi. Avevo fatto due pre-bolla final table, un 14° e 15° posto. Sono contento, perché l'aspettavo e lo desideravo tanto, vincere un torneo così".

Ci credevi, ci speravi. Ti spaventava, tra virgolette, un po' il field?

"No, non tanto. Il field, diciamo che c'erano dei professionisti, ma c'era un po' di tutto. Poi comunque quando siamo arrivati in fondo ne erano rimasti pochi, tanti magari giocatori abbastanza chiusi e io magari col deep stack sono riuscito a spingere. Ho spinto quasi sempre e… è andata bene".

Sai che chi vince, chi vince l'IPO diventa un po' non dico una celebrità del mondo del poker, però insomma è un alloro molto molto importante. Sei pronto ad acquisire un po' di fama, tra virgolette? Insomma, l'ultimo l'ha vinto, che l'ha vinto, è stato Carlo Savinelli.

"Sì, lo so. Ho visto gli ultimi, l'ultimo IPO, gli ultimi tre, erano tutti pro. Niente, vabbe', sì sono contento".

Sei pronto a diventare un po' famoso, tra virgolette?

"Lo spero. No, è sempre… cioè, visto che comunque vivo di poker, anche se online, fa piacere perché alla fine quello che conta è più il live, dove magari vieni conosciuto un po' di più. E quindi sicuramente sarà una bella soddisfazione. Magari adesso c'ho anche l'occasione di fare qualche torneo ancora più grande e speriamo bene".

Grazie, complimenti.

"Grazie".

X