|

Hand Review con Babbai

L’analisi di una mano al livello 100/200

Roberto Babbai si trova con Cristiamo Ruiu alla prima pausa del day 1b dell’IPO 16 per analizzare una mano avvenuta poco prima durante il livello con bui 100/200. La situazione in fase pre flop è la seguente: apertura in middle position a 400, nella posizione di cutoff si tribetta a 1300. Calla il piccolo e il grande buio e poi anche il giocatore che aveva aperto a 400.

Babbai non sa chi sono i giocatori, ma pensa che i primi due dovrebbero avere una mano migliore rispetto ai 2 buianti che sembra difendano i loro bui. Intanto il flop mostra 2-K-6. I bui checcano, checca anche l’original raiser e il giocatore in cutoff betta 5000. Chiamano tutti e tre. Babbai comincia a dare le sue valutazioni sulle possibili pocket cards dei giocatori coinvolti nella mano.

Il turn è 2 di quadri. Si rimane in due nella mano. Al river scende il J di cuori. Intanto nella mano rimangono 2 giocatori. Sentendo da Ruiu le mosse dei 2 contendenti al pot della mano, Babbai deduce che il giocatore di buio abbia un 2 e quello da cutoff una top pair. Ed è così per il giocatore di cutoff  che in effetti ha iniziato la mano con A-A! Le deduzioni per il secondo giocatore, Babbai stesso ammette di non essere stato assolutamente nella giusta direzione.

Video correlati a IPO 16 day 1B: hand review con Roberto Babbai

Trascrizione video

Benvenuti ad un nuovo appuntamento con la nostra Hand Review durante il day 1B dell’Italian Poker Open numero 16, siamo come vedete alla prima pausa con Roberto Babbai. Buonasera e grazie per essere qua Roberto.

“Buonasera a voi e grazie per essere qua.”

Esaminiamo allora una mano di giornata che si è giocata proprio nel livello appena terminato, livello di bui 100/200, c’è l’apertura in Middle Position di questo giocatore a 400. A questo punto in posizione di cutoff c’è la 3-bet 1300, chiamano il piccolo e il grande buio e chiama anche l’original raiser che aveva aperto a 400. Fino a questo momento vedendo anche le posizione che cosa puoi dire?

“Posso dire che i due blinds difendano il buio e i due giocatori original raiser ed original 3-bet teoricamente dovrebbero avere una mano buona, soprattutto il secondo giocatore anche se non conoscendo chi sono i player è un po’ più difficile. Comunque teoricamente dovrebbe essere così.”

Ecco ma secondo ci sta il call da parte dei bui dopo la 3-bet a 1300? Perché hanno completato e sono arrivati a 1300.

“Direi che come posizione è pericolosa perché parlando per primi sono sotto scopa, però se avranno messo chips, penso che abbiano una mano a meno che non sono giocatori che vanno a pescare, visto che ne i primi livelli succede anche questo. Sicuramente vogliono vedere il flop oppure hanno realmente una mano.”

Quindi siamo in quattro a 1300, possiamo andare a vedere il flop grazie all’aiuto della nostra dealer Simona, che recita 2p, Kc, 6c. A questo punto checkano i bui, checka anche l’original raiser, c’è in posizione di cutoff la bet abbastanza pesante a 3300 su un piatto da 5100 e a questo punto, Roberto, chiamano tutti e tre. E qui che mano si può leggere?

“Almeno uno dei quattro gioca per il draw, l’original raiser o sonda il mercato o ha un AK forte oppure un AA e quindi vede un po’ cosa fanno gli altri. In ogni caso penso che almeno 1 o addirittura due giocatori possano essere in draw di colore. L’original raiser potrebbe avere un K un po’ più debole, un KQ, una coppia anche e così può guardare la terza carta, anche perché avendo bettato l’original 3-bet con i due call il piatto si è fatto grosso e con una coppia anche tra il 6 ed il K si può comprare la carta.”

Su un piatto da 5000 circa ci sta chiamare la bet dell’original 3-bet con il draw?

“Dipende com’è questo Draw. Se è un Draw Nuts, quindi giochi anche con un overcard sul board, ci sta sicuramente di più. Può darsi anche che qualcuno abbia preso il 2 di cuori con un'altra carta di cuori e ci starebbe anche. Diversamente è un po’ pericoloso.”

Ecco devo apportare una piccola correzione perché c’è stato il flod del giocatore da small blind, ma cambia poco il discorso, chiama il grande buio e chiama anche il cutoff. A questo punto andiamo a vedere il turn sempre con l’aiuto della nostra disponibilissima Simona che è un 2q. C’è a questo punto il bet 6500 del big blind, l’orignal raiser folda, e togliamo le sue carte, chiama l’original 3-bertter in posizione di cutoff. Secondo te come si sta sviluppando la mano? Non si è concretizzato il draw e rimangono due giocatori. Che cosa nasconde la puntata del big blind?

“Allora come ti dicevo prima potrebbe avere il 2c con un’altra carta a colore- In questo caso avrebbe avuto senso inseguire dopo il flop, perché giocava anche per il 2. E’ una mano che può avere, come potrebbe avere anche il 6 e non crede nel K del giocatore di cutoff, quindi prova a puntare lui per vedere come è messo. Tuttavia mi sembra un’opzione un po’ difficile perché il piatto è già troppo grosso. Qui potremmo continuare ad assegnare AK, direi, che è una mano ch ci può stare, però il call se avesse realmente AK mi sembra un po’ brutto. Non è facile leggerla.”

Se ha AK dovrebbe raisare?

“Si con AK dovrebbe raisare per vedere se ha preso il 2 o meno.”

Andiamo a vedere il river, se si chiude il draw oppure che cosa accade. C’è il Jc, quindi in questo caso evidentemente si chiude il draw e c’è la puntata a 15.000 del giocatore da cutoff dopo il check del Big Blind. Questa puntata copre l’avversario che dopo averci pensato a lungo decide di chiamare l’All In con circa 14.500. Prima di scoprire le carte come valuti questa mossa finale questo check e poi il call?

“Per come si è svolta penso che il giocatore da grande buio a questo punto debba avere il 2, perché altrimenti chiamare diventa veramente difficile. Il giocatore di cutoff potrebbe sempre avere quel famoso AK, come potrebbe avere anche un AQ di cuori che non sarebbe una mano strana. oppure AJ, AT a cuori.”

Si è appena accesa la luce in sala e allora noi facciamo luce sulla nostra mano. Il giocatore da Big Blind giocava con la top pair fin dal flop e il giocatore di cutoff, che ha 3-bettato preflop aveva AA e vince la mano. Ti chiedo cosa ne pensi della condotta di questo giocatore che soprattutto al river decide di check callare con il rischi dall’altra parte di un’overpair e con il rischio del draw.

“Certo, partiamo dal fatto che qui avevo azzeccato la mano e per il big blind assolutamente no. Non mi è piaciuta l’azione al river, io avrei pushato diretto al posto di chiamare per pushare dopo. Tanto la top pair ce l’ho, se non credo al giocatore le devo pusahre io perché non posso pensare che sia un 3-bet con due carte di cuori ma devo pensare a una coppia oppure ad AK al limite. Per questo io le metto tutte dentro prima se sono in quella posizione. La condotta di AA è impeccabile.”

Non ha rischiato moltissimo nel far girare la carta a cuori?

“La terza a cuori?”

Si la terza a cuori!

“E cosa deve fare? Ha bettato, non ha foldato o checkato. Ha bettato forte ed è stato chiamato!”

Anche al river secondo te non ha rischiato quando poteva checkare dietro al check del Big Blind proprio per evitare un rischio di colore? Oppure a quel punto non glielo fa più perché non ha puntato?

“Penso di no perché corto a 14.000 con un piatto enorme con colore non puoi fare check, quindi è da escludere che abbia colore. Può avere solo il 2, quello si, ma anche col 2 io gli avrei pushato, non mi è piaciuta proprio la condotta del giocatore da buio. Fino al river tutto ok, da lì il check non ci sta.”

Perfetto grazie a Roberto Babbai ti lasciamo proseguire nel tuo IPO Perché abbiamo finito la pausa, grazie per questo appuntamento con te e con la Hand Review.

“Grazie a voi e complimenti.”

E dopo aver ricostruito la hand review con gli assi che questa volta vincono a differenza di quello che è accaduto ieri, sentiamo le ragioni di questa giocata dal diretto protagonista di questa mano, cioè Davide Cocozza. Davide non hai temuto che avesse colore il tuo avversario?

“No, in quello spot non ha mai colore, altrimenti avrebbe pushato al river, oppure penso che mi avrebbe 3-bettato al turn.”

Quindi sei riuscito a ricavare il massimo da una mano rischiando comunque qualcosa perché eravate addirittura in quattro nel colp

“Si essendo in quattro nella mano non era bellissimo lo spot, però pensavo che uno aveva il K e che l’altro, che poi ha passato il turn, andava in Draw di colore.”

La rigiocheresti così?

“Si, la rigiocherei nella stessa maniera.”

X