|

Day 3, l'IPO Master

IPO 17 day 3: quasi 100.000€ al side Master

IPO 17 Campione non è solo il main event con 1411 iscritti, ma è anche 7 side event che si tengono in parallelo all’evento principale da 550€. Fra questi eventi collaterali spicca il Master, il torneo high roller di questa edizione.

Il Master, con un buy-in di 990€ ha registrato ben 111 giocatori creando un montepremi che sfiora la cifra di 100.000€. Un record anche questo che l’IPO 17 batte. Il final table dell’evento, iniziato martedì 6 gennaio, è in programma mercoledì 7 gennaio.

I pro non mancano dal Master che è costellato da nomi come Dario Minieri, ormai una presenza ben nota e fissa al casinò di Campione d’Italia. Anche Salvatore Bonavena, uno dei big più fedeli a Campione, è presente al Master. Fra gli altri grandi nomi vediamo Andrea Benelli, Alessandro Meoni, andato a premio già al main con un 23º posto, la sua compagna Francesca Pacini con la quale al day 2 è stata condotta una hand review, Giannino Kart, il pro Antonio Bernaudo, il vincitore dell’IPO 16 Giuseppe Incognito e Andrea Cortellazzi, uno dei giocatori più estrosi ai tavoli dell’Italian Poker Open.

Insomma un successo indiscusso anche ai side events dell’IPO 17!

Trascrizione video

Spesso IPO fa rima con record. La prima edizione del 2015 con 500 m ila euro garantiti non si smentisce. Non solo per i 1411 iscritti del main events, ma anche per i numeri dei vari sides, sette distribuiti nei sei giorni dell’evento. Tra questi sicuramente spicca il Master, iniziato oggi e che avrà il suo final table mercoledì 7 gennaio.

990€ il buy-in, addirittura 111 gli iscritti. Un numero pauroso per un montepremi che sfiora i 100 mila euro. Altrochè side event! La cosa più impressionante è il field di altissima qualità. Partiamo da Dario Minieri, ormai immancabile a Campione. Esattamente come Salvatore Bonavena. Oltre a loro Alessandro Meoni uscito 23esimo al main insieme alla sua compagna Francesca Pacini. Non manca il sempre pittoresco Giannino, il pro Antonio Bernaudo e Andrea Benelli, il coach Ottaviano Capellini e il vincitore della sedicesima edizione dell’IPO Giuseppe Incognito. Oltre ad Andrea Cortellazzi le cui giocate estrose fanno sempre discutere.

L’unica cosa sulla quale non si discute è il successo dell’IPO.

X