|

IPO 9, i 10 aspiranti vincitori

Chi vincerà il torneo dei record?

Dieci giocatori rimasti, otto dei quali si giocheranno il final table dell'Italian Poker Open. L'IPO 9 è ormai nella sua fase più calda: da 1.103 iscritti, che hanno pagato un buy-in di 550 franchi svizzeri, siamo a -10 dalla proclamazione del vincitore (che si porterà a casa la bellezza di 115.000 franchi). Conosciamo meglio i protagonisti del Main Event di IPO 9:

- Agazio Gerace, 10 milioni di chip: è un imprenditore di Legnano, ha 43 anni ed è ben noto nel circuito pokeristico italiano;
- Massimiliano Samorano, 3 milioni di chip: artigiano edile, ha 42 anni e viene da Cremona;
- Vittorio Villa, 3,8 milioni di chip: fa l'avvocato, ha 52 anni ed è di Desio;
- Daniele Gennari, 1,5 milioni di chip: panettiere di Locarno, ha 39 anni;
- Antonio Costa, 1,5 milioni di chip: personal trainer di Saronno, ha 34 anni;
- Ermanno Polè, 3 milioni di chip: fa la guida alpina a Courmayeur e ha 56 anni;
- Piero Compagnoni, 2 milioni di chip: brianzolo di 42 anni, è un noto pokerista italiano con oltre 30 in the money in carriera.

Solo uno di loro conquisterà il primo premio: per scoprirlo non ci resta che aspettare ancora un altro po'!

Trascrizione video

Sono le 2 e 10 del mattino. Alla nona edizione dell'Italian Poker Open dal Casinò di Campione d'Italia. 1.103 iscritti, sono rimasti in dieci a darsi battaglia, a caccia del final table che si disputerà domani alle ore 15. Un torneo assolutamente entusiasmante, che in questo momento, come detto, vede dieci giocatori ancora in pista, quando i bui sono 60.000/120.000 con ante 10.000. Avete visto anche il tabellone, che ci ricorda l'average che è di 4.412.000 chip. Per il trionfatore ci sarà una cifra importantissima: 115.000 franchi svizzeri, a fronte di un esborso, all'atto del pagamento del buy-in, di appena 550 franchi svizzeri. Adesso non resta altro che conoscere i dieci magici protagonisti di questa fase entusiasmante dell'Italian Poker Open, in attesa di scoprire chi saranno gli otto grandissimi protagonisti del final table di domani. Conosciamoli.

È il chip leader assoluto, viene da Legnano, ha 43 anni. Lavora come imprenditore e in dote ha ben 10 milioni di chip: Agazio Gerace.

Cremonese, artigiano edile, 42 anni. Ha 3 milioni di chip: è Massimiliano Samorano.

È un avvocato di 52 anni di Desio, e si presenta con 3 milioni 800 mila chip: Vittorio Villa.

Panettiere di Locarno, 39enne. 1.500.000 chip per Daniele Gennari.

Lavora come personal trainer a Saronno, 34 anni, 1.500.000 chip: Antonio Costa.

È una guida alpina, da Courmayeur a Campione per vincere l'IPO. 56 anni, gioca da 3, ha 3 milioni di chip: Ermanno Polè.

Brianzolo di 42 anni, vanta una trentina di bandierine. Giocatore di professione, 2 milioni di chip: Piero Compagnoni.

Sono 7.500.000 le chip di cui dispone il 49enne milanese Maurizio Papasidero.

Imprenditore varesino di 39 anni, ha 1.900.000 chip: Gianluca Lui.

Di professione fa l'albergatore a Lugano, ma è nato a Milano 60 anni fa. Campione di backgammon, ora pokerista: 2.800.000 chip per Vittorio Castro.

X