|

IPO 9, intervista a Gerardo Muro

Gerardo Muro: "Mi manca l'in the money all'IPO"

Passando nella sala del nono piano del Casinò di Campione, che ospita l'Italian Poker Open, si scorgono molti volti noti. Come ad esempio quello di Gerardo Muro, in arte Dino Break, che Jack Bonora ha prontamente intervitato. Muro ha parlato un po' in generale della situazione del poker online in Italia, per poi soffermarsi su qualche considerazione in merito all'IPO 9.

Muro ha dichiarato che ultimamente le poker room sembrano puntare particolarmente sui giocatori che giocano online, lasciando un po' in disparte i giocatori live. Cosa normalissima in tempi di crisi, anche se per Dino Break comunque i giocatori live sono importanti perché fanno pubblicità, e la pubblicità - si sa - è l'anima di ogni buon commercio.

Per quanto riguarda l'Italian Poker Open 9, Muro si è detto sbalordito dalla massiccia presenza. Ha fatto l'esempio della sua discoteca, che a Capodanno ha ospitato un migliaio di persone, dicendo che è impressionante come un torneo come l'IPO 9 possa raccogliere addirittura più gente che un locale durante le festività dell'ultimo dell'anno. Muro ha poi fatto i complimenti a TitanBet Poker, sponsor ufficiale dell'evento, e al team coordinato da Andrea Bettelli, che si occupa dell'organizzazione dell'Italian Poker Open. Dino Break ha concluso l'intervista dicendo che vuole fermamente andare in the money all'IPO, dato che gli manca la bandierina soltanto in questo torneo e alle WSOP.

Trascrizione video

Gerardo Muro, alias DinoBreak, griffato con uno sponsor e non è cosa così frequente oggi come oggi, perché il mercato un po' è cambiato, c'è stato qualche abbandono eccellente.

"2013, ogni giorno apri un sito Internet di poker è c'è gente che… a casa, non confermato. Gente importante, anche un Bonavena che, voglio dire, nel live è tra i top… top 3 Italia quindi non sono… lo stesso Martinez, cioè comunque anche Gioco Digitale alcuni cambi. Ci sono alcune cose un po'… un po'. Io, il mio scade il 31 di gennaio, siamo in trattativa, potenzialmente l'offerta ce l'ho, però penso, al momento siamo SNAI e spero anche il 2013. Poi…"

Ma perché questi cambiamenti?

"Perché… perché c'è crisi, e quindi c'è crisi anche nel poker e tendenzialmente l'idea è quella, di molte poker room, quella di avere soprattutto giocatori… giocatori live, cioè, giocatori online. Quindi tenersi un paio di giocatori immagine live, come possiamo essere io e Lacchinelli per Snai, o Pagano Minieri (faccio degli esempi) per PokerStar, e avere gli altri che comunque portano soldi, portano soldi in cassa. Capito, quindi noi abbiamo Rooney, abbiamo Valentini, che portano… di là hanno Fabbretti, hanno altra gente che porta… Moschitta che… quindi tendenzialmente gli esterni non… quelli un po' di più, che fanno poco rake, non servono più tendenzialmente, essendo in un momento di crisi".

Anche se però il giocatore live può essere ancora quell'immagine che porta poi altra gente a giocare su una room, teoricamente.

"Sì sì, io sono convinto di questo perché io sono un giocatore prettamente live, gioco anche sulla piattaforma mia, però sono prettamente un giocatore live. E avendo anche dei locali a Milano so che cosa è il marketing, cos'è il commercio. Cioè, comunque in una sala così, 600 giocatori, avere questo marchio qua io, come c'è Palumbo c'è altra gente, porta tanto. Non per altro siete venuti a intervistare me; adesso non è per fare, capito, però è commercio, è avere personaggi come me o Lacchinelli, che comunque  una televisione, una televisione… nel proprio organico, è come avere un Bonavena, cioè… fa fa fa la differenza. Poi sicuramente porta, porta, porta da mangiare quello che fai online e non c'è dubbio. Però l'anima del commercio siamo anche… siamo anche noi live".

Per quanto riguarda questo mercato, è chiaramente cambiato qualcosa, si è modificato. Ma guardiamo anche a un grande sponsor che ha scelto questo evento, TitanBet. Una grande promozione vedo.

"Sì sì, partiamo che è la stessa piattaforma di Snai, quindi voglio dire, con i giocatori di Titan ci giochiamo tutti i giorni. E io ho scritto prima sul mio profilo di Facebook è una roba incredibile, una roba… cioè fare… ho fatto una battuta prima, io a Capodanno da me in discoteca ho fatto 1.100 persone; ero in fila e ho detto 'questi han fatto più gente di me'. Voglio dire, io sono una discoteca a Capodanno. Tra oggi e domani è una cosa… io non ho visto, mai visto una cosa così spaventosa. Cioè voglio dire, settimana scorsa noi abbiamo fatto Snai, comunque bene o male buy-in… abbiamo fatto 300 persone, qua stiam parlando di mille e cento persone. Tanta tanta roba e complimenti a TitanBet e comunque a tutta l'organizzazione".

Tu lo giochi sempre questo evento. Qual è la ricetta che in qualche modo forse ti viene anche naturale suggerire, o comunque indicare agli amici della tua room?

"Ma questo è il mio terzo, è il mio terzo IPO, su dieci. È uno dei pochi tornei in cui non sono ancora andato itm, quindi sono abbastanza preso male e… innanzitutto è, innanzitutto è il buy-in, il buy-in popolare, perché ormai questo giocatore… questo gioco è diventato popolare. La location, perché comunque tra i quattro casinò italiani Campione è la numero uno, è la numero uno, e mi dispiace che anche Snai se ne andò ai tempi, comunque è la numero uno. Una buona struttura, perché comunque è una struttura… è una struttura buona, e un ottima organizzazione, perché comunque già durante la settimana, quando vieni a giocare qua, tutti i ragazzi di Andrea Bet comunque lavorano bene, perché fan tutte le sere 100 persone, quindi…"

Ecco, il lavorare durante la settimana è fondamentale eh?

"Sì è tanta tanta roba. E poi comunque c'è dietro uno sponsor che è TitanBet, non stiam parlando di mio cugino e… stiam parlando di un marchio importante quindi, voglio dire… è giusto così".

Siamo in piena pausa, come sta andando il torneo?

"Sono media 56 io ho un 70 mila, però anche l'altra volta ero in media, mi son seduto al Day 2, appena seduto ho i K, ho trovato gli assi e ho salutato. Prima mano del Day 2 sono uscito l'altra… quindi non vorrei… capito, cioè, va bene così. Sarei contento di arrivare itm, perché mi manca. Ce li ho tutti, tutti i tornei che iniziano con la 'i' ce li ho… 'i', 'e', ce li ho tutti, mi manca 'i' e 'wsop' e IPO e basta, per farti capire cosa mi manca nel palmares. Speriamo di… poi primo torneo dell'anno, brindare sarebbe buono".

X