|

IPO 9, Mara Curci dice la sua

Ovviamente soddisfatta per il record di iscritti

Che l'Italian Poker Open sia il torneo dei record non lo dice qualcuno che lo pensa semplicemente: lo dicono i fatti. Dopo l'exploit di IPO 8, quando si iscrissero 1064 giocatori, arriva il nuovo record dell'IPO 9, con 1103 iscritti. Mara Curci è una delle anime di questo incredibile torneo tutto italiano, organizzato dallo staff di Andrea Bettelli.

Mara ha parlato con il suo consueto equilibrio, ma stavolta non ha potuto fare a meno di esternare tutta la sua soddisfazione per il risultato. Certo, il suo spirito competitivo la porta a dire che si può sempre fare meglio, ma numeri del genere non possono lasciare indifferenti. Merito non solo della struttura che con 550 franchi svizzeri permette di vincerne oltre 100.000, ma anche dell'accoglienza del Casinò Municipale di Campione d'Italia (con una sala gremita non solo di gente, ma anche di tavoli, delar e semplici curiosi o supporter dei partecipanti), della passione dimostrata dai giocatori e del grande lavoro degli organizzatori. Che non a caso, appena terminerà l'IPO 9, si metteranno già al lavoro per la decima edizione dell'Italian Poker Open. Solo così, infatti, è possibile stabilire record su record, battendo se stessi. E che qualcuno, sfida Mara, provi a battere l'Italian Poker Open!

Trascrizione video

L'Italian Poker Open è innegabilmente il torneo dei record: 1.103 iscritti. È stato in grado di battere se stesso, erano 1.064 quelli della precedente edizione. Mara Curci è l'anima di questa grande kermesse. Le tue prime sensazioni.

"Prime sensazioni, logicamente sensazioni bellissime. Eh, possiamo dirci abbastanza soddisfatti: noi siamo sempre portati a fare di più. Per cui questo vuol dire aumentare sempre i giocatori e portare sempre più in alto questo IPO".

Un IPO che vive in una casa meravigliosa, quella del Casinò di Campione d'Italia. Una sala bellissima, gremita come non mai, anche proprio fisicamente di tavoli.

"Sì è vero, è veramente gremita. Ringraziamo anche i giocatori, perché logicamente anche loro contribuiscono a poter battere i record; tutto lo staff e tutti quanti".

550 franchi svizzeri di buy-in, la possibilità di vincerne oltre 100.000, ma forse questa è veramente la formula vincente?

"Eh sì, diciamo che una parte può essere anche il tipo di buy-in. Ma io penso che ci sia, come ho sempre detto, comunque dietro un grande lavoro. E comunque crederci sempre all'IPO, Italian Poker Open, e lavorarci, perché appena terminerà l'IPO 9 saremo ancora… saremo già pronti per riorganizzare l'IPO 10".

Insomma che effetto fa sentirsi nuovamente campioni d'Italia?

"Eheh, campioni… adesso mi viene da sorridere. Posso dire a tutti: noi facciamo il record, voi venite a batterlo".

X